Subscribe via RSS

Giornata internazionale della cucina italiana

basilico

[img via Nepitella]

Grandi festeggiamenti questo lunedì dato che si celebra la Giornata internazionale della cucina italiana (IDIC)!

La nostra cucina, famosa in tutto il mondo, dedicherà questa speciale giornata alla preparazione del pesto. Nelle edizioni precedenti, furono celebrati la pasta alla carbonara, il risotto alla milanese e le tagliatelle al ragù bolognese. Si tratta quindi di una celebrazione della cucina italiana autentica per salvarla dalla miriade di contraffazioni che subisce ogni anno.

In questa giornata, migliaia di cuochi e ristoratori prepareranno contemporaneamente il Pesto Genovese, secondo la ricetta autentica, preparato con il mortaio in marmo e il pestello di legno, contribuendo alla Ola del Pesto Genovese.

Volete rifarlo anche voi? Iscrivetevi qui e seguite le indicazioni della ricetta di Mario Caramella, presidente GVCI – Gruppo Virtuale Cuochi Italiani – , che vi riportiamo di seguito.

Utensili essenziali:

  • 1 mortaio di marmo
  • 1 pestello di legno

Ingredienti:

  • 100 gm di foglioline di Basilico Genovese DOP fresco. Se ci sono problemi a importare il basilico genovese DOP che garantisce l’alta qualità del sapore, usare il basilico locale ma fare attenzione che non sia troppo pungente e decisamente non di quella varietà che sa di menta
  • 30 gm di pinoli ( I siciliani sono i migliori ma anche in California ce ne sono di grande qualità)
  • 60 gm Parmigiano Reggiano o Grana Padano stagionati, appena grattugiato
  • 2 spicchi d’aglio (di Vassalico – Imperia, se si trovano). Ideale è l’aglio di Vassalico in provincia d’Imperia ma se non si trova usare l’aglio locale. Fare attenzione che non sia o pre-pelato o fermentato altrimenti invece di un Pesto Genovese si avrà un keem chee coreano. Comprate l’aglio e pelatelo immediatamente prima di usarlo
  • 10 gm di sale grosso (Maldon)
  • 80 cc Olio Extra Vergine di Oliva Riviera Ligure DOP, famoso per la sua “dolcezza”

Metodo

  1. Lavare le foglie di basilica in acqua fredda e asciugatele con carta fa cucina senza stroppicciarle.
  2. Pestate nel mortaio le foglie di basilico, gli spicchi d’aglio e i pinoli, aggiungete il sale e il formaggio. Continuate a pestare facendo un movimento circolare con il pestello. Aggiungete l’olio extravergine di oliva un poco alla volta e continuate a pestare e mesc olare fino ad ottenere una crema soffice e fine. Il pesto non deve risultare oleoso e la quantità di olio deve essere bene amalgamata alla pasta ottenuta nel mortaio.
  3. La preparazione deve avvenire nel più breve tempo possibile per evitare l’ossidazione degli ingredienti.
  4. A questo punto avete ottenuto più o meno 300 gm di Pesto che sono più che sufficienti per condire 6 – 8 porzioni di Trenette.

Articoli correlati

Pasta alla Carbonara

In questo video vi spiegheremo come preparare un buonissimo piatto di pasta alla carbonara, un’ ottima ricetta,, lasciate un voto e un commento in base al vostro gradimento.

 

Ingredienti pasta alla carbonara

  1. 4 tuorli di uova , più un uovo intero
  2. 100 gr. di pecorino grattugiato
  3. 150 gr. di guanciale a cubetti
  4. 320 gr. di spaghetti
  5. 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e del pepe nero macinato fresco

 

Preparazione di un buonissimo piatto alla carbonara

Mettere gli spaghetti in una pentola con acqua leggermente salata (con poco sale) perchè il condimento sarà già sapido dato il guanciale e il pecorino.

Mettere in padella il guanciale con un filo di olio extravergine a rosolare.

Uuna volta dorato e croccante spegniamo e lo lasciamo raffreddare un pò.

Il passo successivo, prendere una ciotola, mettere i 4 tuorli più l’uovo intero e mescolare con l’apposita frusta, aggiungiamo il pecorino grattugiato, amalgamare bene e aggiungere un pò di pepe nero;

se la salsa risultasse un pò densa, aggiungere un bicchiere di acqua della pendola della pasta, in modo che la salsa sia cremosa, aggiungere il guanciale che nel frattempo si è già raffreddato e amalgamare il tutto;

ll condimento è pronto, scolare la pasta in modo che non sia troppo asciutta e amalgamare assieme il condimento, servire.

Buon appetito.